Per il mio onomastico voglio Pluto vecchio di cellulite

P per il suo onomastico aveva un desiderio che ha espresso con un biglietto che citava (tralasciando gli errori di ortografia): “PER IL MIO ONOMASTICO VOGLIO PLUTO VECCHIO DI CELLULITE”.

Il Pluto in oggetto era un gioco molto vecchio che abbiamo ipotizzato essere in celluloide. Lo desiderava ed era curioso di sapere quanto costasse, gli ho spiegato che non ne avevo idea in quanto è un mercato che non conosco, bisognava recarsi al negozio che lo esponeva e domadare. Volevo che lo facesse lui per cui mi sono fermata con l’auto a pochi metri e ho aspettato che andasse in missione. Dopo diversi minuti passati ad osservare la vetrina (tenuto d’occhi da alcuni passanti) è tornato dicendomi che non ne aveva il coraggio, gli ho proposto di tornare con il sostegno del fratello treenne.

Piuttosto di farlo lui ha sollevato il peso non indifferende del piccolo Pi per permettegli di suonare il campanello, quest’ultimo è entrato ha chiesto il prezzo ed è uscito (urlando “costa cento eulo!) seguito dal proprietario che gesticolando con la mano come per dire “machièlamadresciagurata” era già pronto a chiamare i servizi sociali. Peccato che mi trovassi a circa 7,5 metri di distanza… ma è normale che al giorno d’oggi un bambino non possa stare a più di 15 cm dal genitore o da chi ne fa le veci senza rischiare una denuncia o il giudizio negativo del prossimo?

Io andavo addirittura all’asilo da sola, confinava con casa mia  ed ero seguita dalla finestra con lo sguardo ma ve lo immaginate al giorno d’oggi?

Comunque Pluto è ancora lì perchè anche se fosse costato 10 euro chi di noi avrebbe avuto il coraggio di andarlo a comprare?
Aaaah dimenticavo il piccolo Pi, lui sì che è un temerario!

Pluto di cellulite

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>